Identità degli Smart Contracts Universa (e Ricardiani)

La scorsa settimana hai potuto leggere riguardo la struttura di uno smart contract in Universa. Ha delle parti che possono essere mutabili o immutabili ed è possibile aggiungere alcuni dati specifici a un determinato pagamento (o revisione, come numeri di fattura).

La terminologia corretta per queste sezioni è stato, definizione e transazionale. Il prossimo passo è esplorare le possibilità che hai con questi smart contracts. Per capirlo appieno, è buona cosa iniziare imparando di più su cosa vuol dire “essere uno smart contract”.

Smart document

La Blockchain Universa si basa sulla verifica, non sull’esecuzione. Nel mondo di Universa, uno smart contract è un documento binario con una struttura leggibile da una macchina. E’ come un documento .doc di Word o un .xls di Excel, non come un file .exe

un’altra cosa che dovresti tenere a mente, è che Universa ogni tanto si riferisce ad uno smart contract come ‘smart document’. Questo coincide con l’approccio dei “contratti Ricardiani”.

Questo approccio di “documento strutturato in un ambiente distribuito” riflette il punto di vista della maggior parte del mondo degli affari. Questo mondo considera un contratto come una specifica variante di un documento.

Il documento “blockchainizzato” è una parte del flusso di documenti o processi, non un file eseguito continuamente.

In Universa, l’approccio è di “scrivere un documento” invece di “eseguire un’applicazione distribuita”. Questo ci conduce ad un altro nuovo termine: contratti Ricardiani.

Contratti Ricardiani

I contratti Ricardiani sono un metodo per registrare un documento come un contratto legale, e collegarlo in modo sicuro ad altri sistemi. Per esempio sistemi di contabilità.

Possono essere identificati attraverso diversi aspetti:

  1. Sono robusti, grazie all’utilizzo dell’identificazione attraverso una funzione hash crittografica;
  2. Trasparenti, grazie all’utilizzo di testo leggibile per la prosa legale;
  3. Efficienti, grazie al linguaggio di markup per estrarre informazioni essenziali.
  4. Definiscono elementi di un accordo legale in un formato che può essere espresso ed eseguito da un software. Questo li rende conformi al concetto di “smart document” e li collega ad altri software per eseguirli e processarli.

Questi, in breve, sono il background e l’identità di uno smart contract nella Blockchain Universa. Ma cosa possiamo farci con uno di questi smart contract? Facciamo un esempio.

Contratti di Deposito in Garanzia

Il primo esempio è il contratto di garanzia, conosciuto anche come scambio di contratti atomico. può essere visto come modo sicuro per scambiare contratti.

Prendiamo Roberto, ad esempio. Roberto ha 0.1 uETH e vuole comprare 500 UTN da Alice. Questo può essere fatto in un modo decentralizzato e non detentivo.

Per prima cosa, Roberto si assicura di creare un contratto di pagamento (utilizzando il contratto split-join che è stato spiegato nell’articolo precedente) con 0.1 uETH per Alice e il resto per se stesso.

Lui non firma queste monete, ma vi inserisce il suo indirizzo da creatore. Quindi, lo impacchetto senza firma in un lotto di contratti e lo spedisce ad Alice. Questo tipo di contratto è anche chiamato composto.

Successivamente, Alice controlla se il pagamento di Roberto si trova nel documento. Se è così, Alice aggiunge i suoi 500 UTN al contratto composto. Dato che non è ancora firmato, Roberto non può fare niente finché non possiede la chiave di Alice.

Dopodiché, Alice firma il contratto composto. E’ completamente sicuro per lei, dato che il composto contiene anche il pagamento di Roberto, così lui non sarebbe in grado di registrare il composto senza prima averlo firmato con la sua chiave.

E se Roberto lo firma correttamente, solo allora potrà registrarlo; ma in quello stesso momento registrerà e confermerà anche il suo pagamento ad Alice. Entrambe le parti possono controllare se l’address e i token del proprietario sono stati correttamente aggiunti.

Se tutto è OK, Roberto firma il contratto con la sua chiave e lo registra sulla rete di Universa. Non appena la rete approva il composto, approverà i loro nuovi possedimenti nello stessa operazione atomica.

Dopo di ché avremo un contratto di garanzia concluso senza bisogno di nessun altro servizio e linea di codice.

Firmare un Contratto

Entrambi scambiano i loro token nel modo in cui lo hanno confermato firmando il contratto, altrimenti non accade nulla.

  • Ne Roberto ne Alice possono imbrogliare durante lo scambio;
  • se entrambi non dovessero firmare il composto, la rete di Universa lo respingerebbe;
  • se entrambi al contrario firmassero il composto, la registrazione trasferirebbe la proprietà dei rispettivi elementi contemporaneamente in una singola operazione atomica;
  • entrambi hanno la garanzia di possedere una copia del loro acquisto.

Scopri di più su questi contratti complessi visitando il sito della nostra Knowledge Base.

Questo era solo un piccolo esempio di smart contract con la Blockchain Universa. Mostra in modo perfetto la nostra filosofia: aggiungere token ad un contratto composto, firmare il documento da entrambe le parti, e registrare lo stato di questo scambio sulla rete è tutto ciò che accade.

Non è richiesta capacità computazionale, il rocesso è trasparente ma anche robusto grazie agli hash crittografici e la rete si occupa solo di verificare lo stato di questo scambio.

Nel mondo tradizionale, avremmo bisogno di una terza parte garante dello scambio di documenti digitali. Questo agente garante è l’arbitro. Con uno smart contract, tutto procede in modo digitale e senza necessità di garanzie. Per ulteriori informazioni sull’utilizzo dei contratti di deposito a garanzia, consultare il Servizio Contratti.

Contratti Ricardiani e contratti su dApp

Per finire, concludiamo con le differenze tra i Contratti Ricardiani e i tipici contratti su dApp Non è che uno sia meglio dell’altro. Con le dApps devi scrivere un qualche codice eseguibile per qualunque cosa tu voglia digitalizzare o automatizzare. In tal caso dovresti essere un programmatore. Vuoi realizzare un “wallet multifirma”? In questo caso puoi scrivere da zero una qualche dApp che ti permetta di farlo, o lanciare un qualche codice già esistente (e lavorarci su, come un programmatore).

Con i Contratti Ricardiani (o con la Blockchain Universa), devi scrivere o aggiornare un documento. E’ più facile. E se vuoi realizzare un multifirma, puoi aggiornare il documento e specificare i suoi campi in un modo tipo “il proprietario è una list-role composta da tre proprietari firmatari A,B e C, e TUTTI e tre devono firmare questo documento per modificare una qualsiasi cosa”.

Nel prossimo articolo ci tufferemo più in profondità in altre tipologie di smart contracts. Come funziona tutto questo con gli utility token; e cosa c’è da sapere riguardo ai pagamenti neutrino; e come fare per registrare revisioni multiple in un contratto?

Se ti piacerebbe aiutare a tradurre questi articoli nella tua lingua madre, sentiti libero di contattare @starnold . Stammi bene! Tradotto da Marco Cominato

Help translating this post to Inglese Tedesco Francese Olandese Spagnolo Croato Russo. Contact @starnold to participate!

Related posts

Cosa rende la Blockchain Universa così sicura? HashID

Arnold

The Digital Migration: Why Universa is the Rail Blazer

kobina

Crittografia Asimmetrica nella Blockchain Universa

Arnold

Leave a Comment